LA ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE EQUITALIA

SCADENZA 31 MARZO 2017 

prorogato al 21 aprile 2017

Il 24 novembre 2016, con l’approvazione definitiva da parte del Senato, il “decreto fiscale” D.L. 22 ottobre 2016 n.193 intitolato “Disposizioni urgenti in materia fiscale per il finanziamento di esigenze indifferibili” è stato convertito in legge.

Gli artt. 6 e seguenti del suddetto decreto prevedono una “rottamazione” per ogni pendenza aperta inclusa in ruoli, affidati agli agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 2000 ed il 2016.

In caso di adesione alla “rottamazione” verranno cancellati:

  • Le sanzioni e somme aggiuntive
  • Gli interessi di mora

Resteranno quindi da pagare:

  • Le somme a titolo di capitale ed interessi;
  • Le somme maturate a titolo di aggio e di rimborso delle spese per le procedure esecutive e per la notifica della cartella di pagamento

Possono essere rottamati le seguenti somme dovute a titolo di:

  • Imposte
  • Contributi
  • Tributi locali
  • Contributi previdenziali dovuti alle Casse di previdenza professionali o di altra natura
  • Ruoli formati dalle Autorità amministrative indipendenti (Antitrust) o dalla Consob
  • Canoni demaniali
  • Spese di giustizia
  • Sanzioni amministrative per violazioni del Codice della strada

La norma prevede la facoltà di pagamento in unica soluzione o mediante pagamento rateale, massimo 5 rate con scadenza luglio, settembre e novembre 2017 – aprile e settembre 2018, sulle quali saranno dovuti interessi al tasso del 4,5%.

Il contribuente che intende aderire alla rottamazione dovrà presentare, anche a mezzo delega, apposita istanza entro il 31 marzo 2017 e successivamente Equitalia ricalcolerà il debito dovuto, le singole rate e le scadenze, per poi recapitare la liquidazione al contribuente entro il 31 maggio 2017.

Lo Studio, previo conferimento di specifico incarico professionale e consegna della documentazione necessaria, è in grado di fornire un conteggio indicativo del risparmio ottenibile con la rottamazione; il conteggio definitivo verrà invece effettuato da Equitalia e comunicato direttamente dalla stessa al contribuente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close